Segnalazioni di illecito (whistleblower)

Nella presente sezione è descritta la procedura cui attenersi per la segnalazione al Responsabile della prevenzione della corruzione della COVIP di condotte illecite eventualmente commesse da qualunque soggetto che presta attività per la COVIP:

  • Procedura per la segnalazione di condotte illecite e relativa trattazione: pdf

La segnalazione può essere effettuata:

  • da tutti i soggetti che, a qualsiasi titolo, prestano servizio presso la COVIP e che siano venuti a conoscenza, in ragione del loro rapporto di lavoro, di condotte illecite;
  • dai lavoratori e dai collaboratori delle imprese fornitrici di beni e servizi o che realizzano opere in favore della COVIP.

La presente procedura e la relativa tutela della riservatezza riguardano esclusivamente i soggetti sopra indicati. Per la segnalazione di eventuali irregolarità, criticità o anomalie relative alla gestione di un fondo pensione, si rimanda alla “Guida pratica – La trasmissione degli esposti alla COVIP”, pubblicata nella home page del sito internet della COVIP.

La segnalazione è effettuata compilando, in entrambe le parti, e sottoscrivendo il Modulo di segnalazione di condotte illecite:

  • Modulo di segnalazione – parte I: docx
  • Modulo di segnalazione – parte II: docx

Il predetto Modulo, indirizzato al Responsabile della prevenzione della corruzione della COVIP (di seguito RPC), dovrà essere:

  • consegnato in busta chiusa, nelle mani dell’RPC, da parte dei soggetti che, a qualsiasi titolo, prestano servizio presso la COVIP;
  • inoltrato alla casella whistleblower@covip.it da parte dei lavoratori e collaboratori delle imprese fornitrici di beni e servizi o che realizzano opere in favore della COVIP.

La segnalazione eventualmente ricevuta da qualsiasi soggetto diverso dall’RPC dovrà essere tempestivamente consegnata, in busta chiusa, nelle mani dell’RPC.

Nel caso in cui il fatto illecito riguardi direttamente l’RPC, il dipendente potrà inviare la segnalazione all’ANAC, utilizzando l’apposito modulo presente nel sito internet dell’Autorità.

Per quanto concerne la tutela riconosciuta dall’ordinamento al dipendente pubblico che effettua segnalazioni di condotte illecite, si vedano l’art. 54-bis del Decreto lgs. n. 165 del 2001 e l’art. 3 della Legge n. 179 del 2017: pdf