Informazioni sull’adesione alla previdenza complementare

Quali sono i vantaggi dell’adesione alla previdenza complementare?
La previdenza complementare nasce con l’obiettivo primario di integrare la pensione pubblica. La previdenza complementare offre una serie di vantaggi fiscali durante il periodo di adesione e sulle prestazioni (cfr. sezione fiscalità). Inoltre, nelle adesioni collettive il lavoratore beneficia del contributo del datore di lavoro.
Alcune “prestazioni” permettono agli iscritti, in circostanze ben precise, di poter accedere ai propri risparmi anche prima del pensionamento:
•    le anticipazioni: prevedono la possibilità di richiedere al fondo pensione una parte delle somme versate, mantenendo comunque attiva l’iscrizione al fondo.
•    il trasferimento: permette di cambiare fondo pensione, trasferendo tutte le somme al momento accumulate nel nuovo fondo scelto.
•    i riscatti: prevedono la possibilità, in caso di discontinuità lavorativa, di richiedere tutte le somme versate (riscatto totale) o una parte di esse (riscatto parziale). In caso di riscatto totale, il rapporto con il fondo pensione si conclude.

Perché conviene aderire alla previdenza complementare sin dall’inizio dell’attività lavorativa?

È importante aderire alla previdenza complementare sin dall’inizio della propria vita lavorativa perché l’importo della pensione complementare dipende anche dalla durata del periodo di versamento (più anni di partecipazione al fondo pensione = più contributi versati). Inoltre, più ampio è l’orizzonte temporale della partecipazione alla previdenza complementare, maggiore è la possibilità di equilibrare gli effetti di eventuali andamenti alterni dei mercati finanziari.

Un pensionato può aderire ad una forma di previdenza complementare?
Il pensionato titolare di una pensione di vecchiaia non può aderire alla previdenza complementare, se non nel caso in cui continui a svolgere attività lavorativa, mentre può aderirvi il pensionato titolare di una pensione anticipata o di invalidità a condizione che l’adesione avvenga almeno un anno prima del compimento dell’età richiesta per la pensione di vecchiaia nel regime di previdenza obbligatoria a cui appartiene.

Se si è pensionati di vecchiaia ma si continua a svolgere un lavoro dipendente è possibile aderire ad una forma di previdenza complementare?
Se si è pensionato di vecchiaia e si continua a svolgere un’attività lavorativa è possibile iscriversi a un fondo pensione.

L’iscritto a un fondo pensione può continuare a versare i contributi anche dopo il raggiungimento dell’età pensionabile?
L’iscritto a un fondo pensione può continuare a versare i contributi anche dopo il raggiungimento dell’età pensionabile a condizione che possa far valere, al compimento dell’età prevista per il pensionamento, almeno un anno di contribuzione a favore della previdenza complementare.